Avviso di offerta in opzione di azioni di nuova emissione ai soci di Criocabin Spa

Avviso di offerta in opzione di azioni di nuova emissione ai soci di Criocabin Spa

AI SENSI DELL’ART. 2441, COMMI 1 e 2, CODICE CIVILE 

CRIOCABIN S.p.A. con sede in Praglia di Teolo, Z.I. fraz. Selve, via San Benedetto, 40/a, capitale sociale di Euro 6.600.000,00 i.v., codice fiscale Iva 01147330284, in esecuzione della delibera di aumento di capitale sociale verbalizzata con atto a rogito notaio Carlo Alberto Busi di Padova in data odierna in corso di registrazione, nella persona del Presidente del Consiglio di Amministrazione Andrea Babetto, munito dei necessari poteri,

PREMESSO CHE

a) l’Assemblea Straordinaria dei Soci tenutasi in data 29 ottobre 2020 ha approvato la proposta di aumento di capitale sociale a pagamento per l’importo complessivo di Euro 800.000, da realizzarsi mediante emissione di complessive n. 800.000 azioni, da offrirsi in opzione ai soci alla pari, godimento regolare, in proporzione al numero di azioni possedute e da liberarsi interamente in denaro.

Tutto ciò premesso, con il presente avviso CRIOCABIN S.p.A.

COMUNICA

l’offerta di azioni in opzione relativa alla sopracitata delibera di aumento del capitale sociale, per l’importo di Euro 800.000,00 (ottocentomila virgola zero zero), senza sovrapprezzo, da liberarsi in denaro e da eseguire, ai sensi dell’art. 2441 del codice civile, mediante emissione di n. 800.000,00 (ottocentomila virgola zero zero) nuove azioni ordinarie, del valore nominale di euro 1 (uno) ciascuna, in opzione agli azionisti in proporzione alle azioni da questi già detenute, e da sottoscrivere entro il termine di 14  (quattordici) giorni dalla data odierna.

Nella citata deliberazione di aumento SI E’ ALTRESI’ PREVISTO: 

  • è facoltà degli azionisti vendere i diritti di opzione anche a terzi;
  • coloro che esercitano il diritto di opzione, purché ne facciano contestuale richiesta, hanno diritto di prelazione nell’acquisto delle azioni rimaste inoptate;
  • i soci che contestualmente all’esercizio del diritto di opzione abbiano fatto richiesta di esercitare anche il diritto di prelazione sull’inoptato dovranno provvedere al versamento della relativa provvista nelle casse sociali;
  • entro il termine ultimo di esercizio del diritto di opzione e di contestuale richiesta dell’esercizio del diritto di prelazione i soci sottoscrittori dovranno provvedere a fornire prova all’organo amministrativo dei correlativi versamenti nelle casse sociali. Decorso il precedente termine, l’organo amministrativo darà immediata notizia ai soci che contestualmente all’esercizio del diritto di opzione abbiano fatto richiesta di esercitare anche il diritto di prelazione sull’inoptato se e in che termini detta richiesta abbia avuto buon fine provvedendo nel caso di richiesta non andata totalmente o parzialmente a buon fine per mancanza totale o parziale di azioni rimaste inoptate alla tempestiva restituzione delle somme versate in esubero;
  • per complessivi ulteriori cinque giorni l’organo amministrativo potrà offrire le azioni rimaste inoptate e in prelazionate a terzi non soci sempre alla pari;
  • decorso quest’ultimo termine e per ulteriori 10 (dieci) giorni, l’organo amministrativo potrà offrire le eventuali azioni residue ai soci sempre alla pari;
  • il termine ultimo di sottoscrizione dell’aumento di capitale è fissato  in 29 (ventinove) giorni decorrenti dalla pubblicazione dell’offerta ai sensi di statuto e di legge, ossia dalla pubblicazione dell’offerta nel sito internet della società, o, in mancanza dall’iscrizione dell’offerta nel Registro delle Imprese;
  • il proposto aumento di capitale è scindibile. Pertanto se l’aumento del capitale non venisse interamente sottoscritto entro il suddetto termine finale di sottoscrizione il capitale verrà aumentato di un importo pari alle sottoscrizioni raccolte fino a tale termine; 
  • la sottoscrizione dell’aumento di capitale scindibile produce effetto a decorrere dallo spirare del termine finale di sottoscrizione ossia 29 (ventinove) giorni dalla pubblicazione dell’offerta oppure, se precedente, dall’integrale sottoscrizione dell’aumento.

 

Teolo, 29 ottobre 2020