Ultimato il restauro della sala dei Quaranta di Padova

Ultimato il restauro della sala dei Quaranta di Padova

Al via le celebrazioni per gli 800 anni con l’inaugurazione del restauro della tele e dei labari della Sala dei Quaranta – L’università di Padova ringrazia tutti i donatori in archivio antico.

 Mercoledì 29 settembre alle ore 10.00 in Archivio Antico a Palazzo Bo sono stati svelati i due donor wall (delle tele e dei labari) con i nomi dei donatori e delle donatrici in segno di ringraziamento per il loro generoso contributo e fiducia nell’operato dell’Università di Padova.

Con il Progetto Sala dei Quaranta sono stati raccolti i fondi per il restauro completo delle tele e dei labari. A fine ottobre 2020 sono iniziati i lavori di restauro sulle prime 14 tele con un laboratorio allestito all’interno di Palazzo Bo, nell’Aula di Lettere, mentre a settembre 2021 si sono ultimati i restauri di tutte le 40 tele che compongono l’arredo pittorico della Sala dei Quaranta. Il restauro è stato reso possibile grazie ad aziende, ordini professionali, club service, professori e professoresse, ambasciate, consolati e che hanno sostenuto il progetto. La campagna di raccolta fondi, lanciata dall’Ufficio Fundraising dell’Area Comunicazione e Marketing dell’Ateneo, ha totalizzato oltre 190.000 €, andando a coprire totalmente le spese di restauro delle tele e a co finanziare il restauro dei labari.

Se già è impressionante scorrere l’elenco dei volti rappresentati da Dal Forno, bisogna “leggere” la Sala dei Quaranta anche da un’ulteriore angolazione. È un polo di attrazione culturale, una mappa geografica di ciò che ha rappresentato l’Università di Padova, è quell’universo di libertà e scienza che in ottocento anni si è espanso in ogni direzione: Albania, Armenia, Bielorussia, Boemia, Bosnia, Croazia, Danimarca, Fiandre, Francia, Germania, Grecia, Inghilterra, Irlanda, Olanda, Polonia, Portogallo, Scozia, Slovenia, Spagna, Svezia, Svizzera, Russia, Romania, Ungheria.